Raggio: Chiuso
Raggio:
km Set radius for geolocation
Cerca

La Zona Centrale di Ponente

La Zona Centrale di Ponente
Cosa fare Cultura Itinerari Culturali

La partenza di questo itinerario, che si sviluppa nella zona centrale del settore di ponente, è dall’Ufficio Postale, la cui peculiare forma ‘a cerniera’ deriva dalla volontà di collegare in modo ‘morbido’ due dei tracciati viari più importanti di Ostia: l’edificio insiste infatti su un lotto angolare compreso tra la sezione urbana della Via del Mare e il Corso Duca di Genova, l’arteria parallela alla strada litoranea che collega il centro storico con la zona dell’idroscalo.

Dopo aver visitato l’Ufficio Postale si prende a destra il corso Duca di Genova, che a sud è introdotto da un lungo fabbricato progettato alla metà degli anni ’20 dall’architetto Enrico Vallini. Subito dopo si giunge a piazza Duca di Genova, un piccolo slargo che verso il mare è delimitato da due palazzine: la prima, situata sull’asse di via Orazio dello Sbirro, è stata costruita nel 1931 da Enrico Vallini in collaborazione con Luigi Moretti, la seconda, che si trova nell’angolo di levante, si deve a Mario Monaco ed è stata eretta soltanto un anno più tardi; il confronto tra i due edifici evidenzia la rapidità del mutamento di gusto che, all’inizio degli anni ’30 del Novecento, è coinciso con l’affermazione dei principi compositivi propri del Movimento Moderno internazionale.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Powered by Wikiloc
VisitOstia, palazzina in Piazza Duca di Genova

E. Vallini, L. Moretti, palazzina in p.zza Duca di Genova, 1931

VisitOstia, palazzina in Piazza Duca di Genova

M. Monaco, palazzina in p.zza Duca di Genova, 1932

La strada prosegue tra costruzioni di varie epoche. Nei due isolati, posti subito dopo l’incrocio con via Giuliano da Sangallo, si fronteggiano altrettanti complessi edilizi che, pur essendo divisi cronologicamente soltanto da sei anni, mostrano modalità compositive del tutto antitetiche.
L’edificio sulla sinistra è la scuola intitolata ai fratelli Garrone, progettata nel 1932 dall’architetto Ignazio Guidi e inaugurata il 21 aprile 1934 alla presenza di Benito Mussolini.

L’isolato di fronte alla scuola è invece occupato dai due nuclei edilizi progettati nel 1926 dall’architetto Carlo Palmerini per conto dell’Istituto Case Popolari di Roma. Superata via delle Sirene si giunge al cospetto dell’ex Opera Nazionale Balilla, oggi purtroppo in condizioni di abbandono ma per la quale sono in itinere alcuni progetti di recupero funzionale.

Si ritorna su via delle Sirene da dove si prosegue fino al lungomare. Sul lato sinistro si staglia l’imponente mole dell’ex Colonia Marina “Vittorio Emanuele III”, i cui ingressi sono sulla stessa strada litoranea e su via Adolfo Cozza.

Si percorre il lungomare osservando sulla sinistra il prospetto principale della colonia marina e, sulla destra, alcuni degli stabilimenti balneari eretti sull’arenile di ponente di Ostia e attrezzati con bar e sale per la ristorazione.

VisitOstia, Piazza Tor San Michele (anni '20)

piazza Tor San Michele in una foto d’epoca

Si supera via Giuliano da Sangallo e si gira di nuovo verso l’interno su via degli Aldobrandini, dove affaccia la chiesa di Santa Teresa di Gesù Bambino, costruita negli anni ’30; si entra poi in piazza Tor San Michele, uno spazio raccolto e delimitato da edifici d’epoca. Si prosegue su via degli Aldobrandini, dove sulla destra si trova una palazzina realizzata nel 1924 da Mario Vodret e caratterizzata da un’impaginazione dei prospetti particolarmente suggestiva.

La strada di fronte, via Dante Vaglieri, conduce a piazza Quarto dei Mille, una vasta area scoperta dove nelle giornate di mercoledì e sabato si svolge un mercatino molto frequentato dagli abitanti di Ostia.

Via degli Aldobrandini termina in piazza Duca di Genova, dalla quale, girando a destra, si raggiunge in pochi minuti l’Ufficio Postale, luogo di partenza di questo itinerario.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Cliccando su "Accetto", acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi